martedì 6 luglio 2010

Colpi di coda a Lisboa

Sabato sera sono riuscito a perdere il telefono. Stavamo al Clube Ferroviario e ad un certo punto non mi son più ritrovato in tasca il cellulare. E' da due giorni che lo sto cercando perchè son convinto che mi sia caduto a terra e che poi qualcuno lo abbia riconsegnato perchè non posso credere che mi sia stato rubato un telefono buono solo come fermacarte. Purtroppo il locale lunedì e martedì rimane chiuso, son riuscito a rintracciare il numero di telefono di uno dei proprietari, ma per ora niente da fare. Come suggerisce il buon Paolo dovrei oramai "dargliela su".
Oggi è martedì e c'è la Feira de Ladrões nel quartiere di Alfama, proprio dove abitano Paolo e Carine e neanche tanto distante dal Clube Ferroviario. Così mi son messo a guardare con una certa curiosità e particolare attenzione le centinaia e centinaia di telefoni usati ammucchiati in esposizione nelle varie "bancarelle". Vi confesso che mentre guardavo questi reperti, da un lato speravo di vedere il mio cellulare sbeccato che spuntava tra gli altri orfani, dall'altro mi rendevo sempre più conto che non l'avrei mai più ritrovato. E così infatti è stato. Domani riparto per il sud della Spagna, penso Tarifa, per montare giovedì su un traghetto per il Marocco. Per il telefono non so ancora come farò...(spero ancora di ritrovare il mio, ci credete?). Carine mi ha messo a disposizione un telefono rosso come quello che usano Batman e il Commissario Gordon.

Domenica siamo stati a Redondo, a 180 Km a est di Lisbona. Paesaggi brulli, bruciati dal sole, un caldo porco ma una situazione fantastica. Con l'orto, i gatti, una bella compagnia e dove mi scopro cuoco di sardine. La macchina di Paolo ha sofferto più di tutti il caldo che è arrivato improvviso e torrido. Ma è anche estramente piacevole godersi l'immobilità all'ombra quando tutto tace e niente si muove nelle ore più calde del giorno. Ho riletto "Meriggiare pallido e assorto" di Eugenio Montale quando son ritornato a Lisbona.


P.S. il prossimo video vi assicuro che sarà molto più virile...

7 commenti:

  1. troppo frocio questo video! andremo a finire direttamente in qualche sito porno gay

    RispondiElimina
  2. Questo è il mio primo commento al tuo blog di viaggio, dopo un mese mi pare d'obbligo... Mi arrivano i link degli aggiornamenti e leggo e guardo foto e video del tuo quotidiano, ora francese, ora spagnolo, ora portoghese... E ogni tuo post è per me una boccata d'aria fresca, in questo buco di studiolo buio tra un fotoritocco e l'altro, ti leggo e mi sento un pò più leggero.
    Ecco, per dirti che silenzioso osservo.

    Deciso itinerario in Marocco? Fammi sapere se posso esserti d'aiuto a riguardo.

    ps: bel culo (non il tuo)

    RispondiElimina
  3. e così l'hai pubblicata tu la foto "culottée"...!
    non avevo notato che è l'unica sfocata...
    la caipirinha o l'emozione?...
    ciao, Ale, è stato bello rivederti
    fai buon viaggio e dai notizie, mi raccomando
    e tratta bene il mio cellulare anche se è rosso, dai!

    RispondiElimina
  4. Aelita, Princess of Mars6 luglio 2010 23:44

    dai paolino, in fondo hai quell'arietta ammiccante e maliziosetta da maschio latino che non deve chiedere mai, è più ambiguo il sorrisetto soddisfatto di Ale "culetto di bebè"...

    RispondiElimina
  5. ..votre majesté est mal culottée...mais assez viril!

    RispondiElimina
  6. Ciao Ale, qui a Bologna il clima è diventato come quello descritto nell'ultimo post. Domenica la città era deserta e si stava bene. La vita cammina stanca verso mete ignote e io mi ascolto sbagliare frasi in inglese alla summer school senza riuscire a fermarmi.
    Un abbrraccio, sei il nostro Adam West.
    Simo

    P.S. - fammi sapere se hai cambiato numero di cellulare, voglio essere sicuro di salutarti prima di partire per il Giappone...

    RispondiElimina
  7. Ma allora, mi rispondi o no? E' tre giorni che cerca di chiamarti, e ogni volta fai lo stesso scherzo di rispondermi parlando in portoghese e poi fare una pernacchia e buttarmi giù. Maleducato...
    Vabbè dai, buon viaggio lo stesso
    PS: comunque è consolante vedere che hai ancora il culo più tondo della pancia...chissà se sarà ancora così al tuo ritorno

    RispondiElimina