mercoledì 25 agosto 2010

Ci risiamo

Parto da Tabarka la mattina del 24 direzione Tunisi. Ma è vicina Tunisi, la Tunisia è piccola e me la prendo con comodo: faccio la strada più lunga con anche le deviazioni. Guido rilassato e mi fermo spesso. Durante il giorno penso a Samir, il ragazzo tunisino che lavora ad Ancona e che ho conosciuto a Tabarka, e a tutte le storie che mi ha raccontato, alcune sono bellissime e lui le sapeva raccontare molto bene.
Arrivato a Tunisi, il solito: cercare l'albergo più economico e un garage per la moto. Più la città è grande più è difficile. Alla fine nove euro per dormire e tre euro per far dormire la moto. Niente male. Ma sono nella capitale della Tunisia e del turismo e quando vogliono i tunisini ti si appiccicano addosso niente male. E' arrivato lo straniero, il pollo da spennare. Così mi si avvicina una guida improvvisata su due piedi che vuole: uno, farmi da guida, due, essere pagato. Che ci crediate o no è riuscito ad ottenere entrambe le cose. Questi ci sanno fare e io avevo la guardia abbassata, poi, per dirla tutta, non mi dispiaceva neanche un giro in notturna visto che avevo intenzione di rimanere solo una notte in città. Poi, per una serie di cose sono qui anche oggi, è andata così, ci son cascato anch'io, va bene?
Ma i problemi arrivano dopo quando, con le palle che un po' mi girano per sta storia, vado a controllare le mail. L'agenzia a cui avevo chiesto il visto per la Libia, mi dice che una volta dentro devo farmi obbligatoriamente scortare da loro per tutto il paese. Ci risiamo, prima con l'Algeria e adesso con la Libia la stessa storia. Non vi dico poi che salasso sarebbe il costo della balia.
Non lo so, adesso vediamo come risolvere anche questa situazione.
Volevo lasciarvi un video con il segreto di come sono riuscito ad entrare e uscire dall'Algeria, ma dalla Tunisia non é possibile accedere su Youtube...quante frontiere.

8 commenti:

  1. Ciao eroe,se x te è stata una boccata d'aria x noi invece è stato un sospiro di sollievo vederti uscire indenne dal'algeria..passato un pericolo ne vai affrontare un altro..ma chi ti ferma più!?!quando leggo i tuoi scritti provo ad immedesimarmi in te e provare le tue emozioni e stati d'animo!è come leggere un romanzo..non si vede l'ora di arrivare al capitolo succcessivo x scoprire ulteriori sviluppi.A Tabarka ci son stato anch'io l'anno scorso x un viaggio premio..ero chiuso in un villaggio con le proprie regole ma appena si metteva fuori la testa da questo,ci dovevamo sobbarcare la pressione costante dei vari commercianti che si attaccavano come sanguisughe pur di riuscire a venderti qualche prodotto artigianale(made in china..non dico altro) e s'incazzavano pure se non compravi qualcosa!son abili nel commercio e l'importante è non farsi fregare come polli.quindi occhi aperti e chiappe ben chiuse!!!domanda:stai dimagrendo con il ramadan o la mitica pancetta di birra ce l'hai ancora?vai forte Ally,continua così Immortale. TS

    RispondiElimina
  2. Non mollare Ale sentiti come se fossi in compagnia ti seguo e ti penso e sono con te mentalmente
    .. x la guida dai non te la prendere al max fai anche quell'esperienza li:) un po come la guida a Tunisi:):)
    Barbablu(Gianni)

    Ciao

    RispondiElimina
  3. Aelita, Princess of Mars26 agosto 2010 10:27

    ...ricordo che non riuscivo a collegarmi a youtube dalla cosmopolita Istanbul....

    RispondiElimina
  4. mitico amico!continua il tuo viaggio, così fai sognare anche me!!!bacio,fè

    RispondiElimina
  5. dai regaz! hai fatto trenta...a 'sto punto fai pure trentuno...c'è fratello muhammar oltre la frontiera e conoscendo le tue capacità di adattamento un paio di giorni e andrai in giro vestito come lui...

    RispondiElimina
  6. I tunisini quando vogliono riescono a essere veramente appiccicosi. Con tutti sti turisti in giro hanno elaborato delle tecniche quasi perfette per scucirti quei 10-20 dinari. Da questo punto di vista l'Algeria é un paradiso.
    Con la Libia sto giro é dura trovare un visto "pesante" come quello che ho ottenuto per l'Algeria. Ci sto provando in tutti i modi pero'.
    Grazie a tutti.

    RispondiElimina
  7. Ciao Marotinho,
    se percaso riesci ad entrare nella Grande Jamāhīriyya Araba di Libia Popolare e Socialista e non hai degli sbirri che ti stanno appresso, nella strada che dalla frontiera ti conduce a Tripoli, potresti fermarti in questo posto (32°46'57.81"N - 12°47'43.69"E) e scattare un po' di foto? immagino che col tuo fido navigatore satellitare tu possa trovarlo facilmente. Si trova qualche km all'uscita di Al Zawiyah (o Zavia x gli italiani) ed è la casa dove mia madre ha vissuto i primi 20 anni della sua vita.
    obrigado e boa continuação

    RispondiElimina
  8. Ciao Cicciobomba, adesso che mi hanno prestato un navigatore che é più grande della moto e se riesco ad entrare in Libia, ci vado sicuramente. Fin'ora ho fatto alla vecchia, cartina e via il mio navigatore si ferma all'Europa...

    RispondiElimina