martedì 31 agosto 2010

Non è mica sempre domenica

Stamane il primo “elogio” a dio. Tolgo (scendo) la moto dal cavalletto, sono forse ancora un po' addormentato, non la tengo in equilibrio e la moto cade di peso sul fianco destro. La rialzo e si è rotto il telaio della borsa laterale destra, ma si può andare. Dopo un'ora parto, trovo quasi subito un saldatore che per l'equivalente di meno di un euro mi salda il telaio e io riparto felice e contento.
Prima il colosseo a El Jem e poi risalgo a Kairouan. Le solite guide improvvisate mi girano attorno coi loro motorini come le mosche sulla merda o come le api sul miele (decidete voi), hanno fame: “che bella l'Italia, da dove vieni, conosco un ristorante buono, la città vecchia, la grande moschea, le tre porte, i tappeti, non andare via...”. Me ne vado, ma non mi sarei fermato comunque, ho voglia di guidare. Ho passato gli ultimi tre giorni a Mahdia a cercare contatti per un visto per la Libia. Ancora niente.
Verso sud il paesaggio si apre e si estende e non fa neanche più quel caldo porco.
A venti chilometri da Gafsa il secondo “elogio” a dio. Prendo un dosso un po' allegro, più del solito. Salta la saldatura del mattino e in più mi accorgo che lo spigolo della borsa ha tagliato la gomma di protezione della trasmissione e la moto perde l'olio del cambio...spero niente di grave, ma comunque molto antipatico. Vabbè, pazienza. Alle cinque qui è tutto chiuso per via del Ramadan. Domattina.

Però oggi è stata una bella giornata di moto. Vi lascio un po' di foto.

8 commenti:

  1. Aelita, Princess of Mars31 agosto 2010 23:47

    Noooooo! Hai rovinato una delle borse da un milione di dollari, quelle importate direttamente da Marte e forgiate con alluminio di Mordor?.... sta 'tento va', che quella moto lì pesa un sacco e tu sei gracilino con tutto quel digiuno...

    RispondiElimina
  2. Aelita, Princess of Mars31 agosto 2010 23:49

    però come sarebbe stata elegante la moto con un bel tappetino portato di traverso alla maniera dell'ombrellone...ma non altrettanto utile per scacciare i cani cattivi...

    RispondiElimina
  3. ed ora come pensi di aggiustare quella gomma del monobraccio in tunisia???
    ciao
    Gianni

    RispondiElimina
  4. grande buon clark!
    Seguo con molto interesse gli sviluppi di questo supertrip!
    e per la moto non ti preoccupare..
    in caso ti invio con il mio elicottero la 50special che conosci molto bene;-) ..
    Eh eh..buona continuazione..!
    Joe

    RispondiElimina
  5. ale,
    il problema più grosso se continui a stare in quesi posti è il manicotto di gomma sopra il giunto

    se ti entra sabbia butti da cul@ il giunto e poi sei fermo

    riparalo, al limite ci infili sopra un pezzo di camera d'aria bloccandola con due fascette

    il saldare è il meno, trovi sempre qualche fabbro che due punti te li dà

    ciao

    gianpi (joesimpson sul forum)

    RispondiElimina
  6. Tu as des chewing gum pour la réparation ? Tous les aventuriers ont des chewing gum pour réparer dans les films !

    RispondiElimina
  7. ale come procede ???? io il 16 ott parto per un tour con le mountain bike in algeria ......magari ci incrociamo durante il trasferimento ,in tunisia,a meno che tu non sia ancora in libia se sei riuscito ad entrare.......e se ti serve qualcosa fammelo sapere,te lo lascio in tunisia da amici,
    ciao ale
    quello del gps

    RispondiElimina
  8. Ciao quello del gps...procede bene. Entro in Libia il 13 con guida al seguito per attraversarla tutta d'un fiato. Ancora insicuro per il carnet du passage per l'Egitto. Ma andiamo avanti inesorabili.
    Ciao

    RispondiElimina